Windows XP SP2 Unattended

Da T-WIKI.

GUIDA A XP SP2 UNATTENDED

Che cos 'è un' installazione unattended di Windows XP?

Con installazione unattended (letteralmente "non assistita, seguita, custodita") del sistema operativo si fa riferimento a un tipo di installazione automatizzata che non richiede l' intervento dell 'utente per potersi svolgere. Questo è il significato originale ed è legato alla sua più semplice realizzazione che prevede la creazione di file di risposta che contiene tutte le informazioni che una normale installazione di solito richiede all 'utente. L 'Installazione Unattended (da ora IU) però comprende anche qualcosa di più complesso la possibilità di aggiungere drivers, cartelle, tweaks di registro, applicazioni aggiuntive, tutto senza dover intervenire.

GUIDA

In questo guida parleremo della creazione di un file di risposta per la nostra IU e faremo il punto sulle più interessanti caratteristiche di IU, non entreremo troppo nello specifico dato che contenuti di approfondimento già sono disponibili e consultabili in rete.

Per realizzare una IU non c'è bisogno di:

Nota: Per poter masterizzare il CD finale sarà necessario seguire le istruzioni già inserite nella GUIDA per XP SP2 Integrato oppure si potrà usare il programma CDimage, sviluppato da Microsoft per usi interni, (CDImage per Windows XP Professional Edition / Home Edition con file .bat da editare) per creare una ISO della cartella e poter poi usarla con un software di emulazione o masterizzarla.

CREARE IL FILE DI RISPOSTA

Scompattate l 'archivio WindowsXP-KB838080-SP2-DeployTools-ITA.cab e fate partire l' utility setupmgr.exe che mostrerà un wizard per la creazione del file di risposta della IU (le altre utility presenti servono ad altri scopi).

Dovrete innanzi tutto scegliere per che tipo di installazione state creando il file: Automatica, Mini-Setup o Remota. Scegliete Installazione automatica (per il CD, il file andrà rinominato winnt.sif). Il Wizard prosegue in maniera molto chiara permettendovi di scegliere il Sistema Operativo, l' Interazione Utente, e eventuali sorgenti di distribuzione (scegliete da CD). Poi potrete grazie all'intefaccia a schede, inserire tutte le informazioni disponibili. Una volta finito il wizard salverà il file col nome generico unattended.txt, rinominatelo in winnt.sif. Avete così creato un primo file di risposta.

WINNT.SIF AVANZATO

Il wizard non vi consentirà di inserire tutte le opzioni possibile nel file winnt.sif. Per ovviare a questo si può modificare manualmente il file con un editor di testo, facendo riferimento alle descrizioni già presenti in internet http://unattended.msfn.org/xp/reference.htm oppure consultando il file help ref.chm nell 'archivio degli strumenti di distribuzione.

CARTELLA DI DISTRIBUZIONE $OEM$ E OPZIONI INTERESSANTI

Come abbiamo detto, è possibile istruire la vostra IU per aggiungere drivers, cartelle, trucchi di registro, etc. A questo scopo serve la cartella di distribuzione $OEM$ che va creata nella root del nuovo CD di installazione e viene attivata dalle opzioni seguenti in winnt.sif:

[Unattended]
OemPreinstall=Yes


Con questa opzione attiva, IU copierà il contento della cartella di distribuzione sul drive di destinazione dell'installazione, seguendo delle semplice regole date dalle sue sottocartelle e pensate per facilitare ancora di più l'opera di personalizzazione.

IU copierà il contenuti delle sottocartelle presenti in $OEM$ rispettivamente nelle cartelle di destinazione del nuovo sistema:

  • $Docs : -> Documents and Settings
  • $Progs : -> Programmi
  • $$ -> Cartella del sistema (di solito Windows)
  • $1 -> Root del drive (per esempio C:)

Tramite la cartella $OEM$ è quindi possibile copiare una serie di files nel drive destinazione dell'installazione che si potranno poi gestire tramite semplici file batch (prossima sezione).

Vediamo ora altre popolari opzioni del file winnt.sif:

IN [DATA]:

AutoPartition=1/0 (se settato a 1 la scelta della partizione di installazione del sistema sarà saltata)

IN [UNATTENDED]:

FileSystem=* (attiva la scelta del filesystem ed è relativa alla precedente)

UnattendSwitch="yes" (permette di saltare il Windows Welcome)

OemPnPDriversPath="Drivers\...\" (specifica dove IU guarderà per cercare drivers aggiornati o non presenti in drivers.cab di Windows).

DriverSigningPolicy=Ignore (da usare con OemPnPDriversPath consente di installare anche drivers non certificati WHQL)

FILE BATCH, RUNONCEEX, E NOTE GENERALI

Il metodo usato per gestire le informazioni aggiuntive (installazione di applicazioni o tweak di registro) è quello di creare dei file batch (*.cmd o *.bat) e lanciarli durante o dopo l'installazione del sistema. Non spiegherò qui come creare script batch ma vi rimando per questo alle risorse su internet.

I file batch possono essere richiamati e eseguiti in tre modi.

cmdlines.txt
va creato nella cartella $OEM$ ed esegue tutti i batch presenti nella stessa cartella e inseriti sotto [COMMANDS], il file viene richiamato quando mancano 12 minuti alla fine del setup e per questo è consigliato per importare file registro (trucchi o impostazioni), che così vengono applicati a tutti gli utenti, o proprio per la creazione e impostazione di utenti e logon.

Esempio di cmdlines.txt:

[COMMANDS]
"useraccounts.cmd"
"REGEDIT /S regtweaks.reg"


svcpack.inf
va creato e inserito in I386 ricordandosi di cancellare svcpack.in_, viene usato per installare le hotfixes successive all 'ultimo service pack integrabile nel cd. Si esegue al T-13 (-13 min) di Windows XP Setup.

Esempio di svcpack.inf

[Version]
Signature="$Windows NT$"
MajorVersion=5
MinorVersion=1
BuildNumber=2600

[SetupData]
CatalogSubDir="\i386\Update"
[ProductCatalogsToInstall]

[SetupHotfixesToRun]
Q330994.exe /Q:A /R:N
Q819696.exe /Q /O /N /Z
KB824146.exe /Q /O /N /Z
qchain.exe


[GuiRunOnce] nel file winnt.sif
In questa sezione del nostro file di risposta possono essere inseriti dei files batch da eseguire che saranno lanciati a fine installazione durante il primo logon.

Esempio

[GuiRunOnce]
%systemdrive%\install\start.cmd


Esiste anche poi un metodo più professionale per eseguire operazioni a fine installazione (come Gui RunOnce) e consiste nel uso della chiave di registro RunOnceEx. Ottime guide sull 'argomento sono già presenti in rete:Transforming from Command Line Batches to RunOnceEx e Using RunOnceEx

Ora che abbiamo fatto il punto sulla IU ricapitoliamo i passi necessari per poter creare un nuovo cd di installazione unattended:

  1. Copiate il contenuto del CD di XP SP2 in una cartella nel vostro HD.
  2. Create se necessario nella cartella I386 la cartella $OEM$ e le sottocartelle utili.
  3. Create il file winnt.sif che metterete sempre nelle cartella I386.
  4. Create se necessario i files batch e inseritene il riferimento come spiegato nella guida.

Ora non vi resta che masterizzare la cartella così preparata con la procedura classica per creare i cd di windows bootabili oppure createne una immagine con CDimage (leggete inizio guida) e testate la vostra IU con un programma di simulazione come VMware Workshop o VirtualPC prima di portarla su CD.

LINK UTILI

La Guida Definitiva all'Unattended di MSFN (inglese): http://unattended.msfn.org/unattended.xp/

Traduzione Italiana Ufficiale della Guida MSFN: http://rezetpc.altervista.org/index2.html

Forum Unattended Windows di MSFN: http://www.msfn.org/board/index.php?showforum=70